TARI: l'elenco delle informazioni utili - Comune di Montechiarugolo

archivio notizie - Comune di Montechiarugolo

TARI: l'elenco delle informazioni utili

TARI: l'elenco delle informazioni utili

 
TARI: l'elenco delle informazioni utili

Cos’è la TARI, come funziona, come calcolarla e come correggere la propria dichiarazione, anche in base al nuovo Regolamento vigente: di seguito troverete un elenco numerato con tutte le informazioni utili. 
 

 

 

1 COS’ È LA TARI E COME FUNZIONA?

 

La TARI, Tassa sui Rifiuti,  ha sostituito la TARES dal 1° gennaio 2014.

Il suo scopo è coprire totalmente i costi relativi al servizio di gestione dei rifiuti urbani e dei rifiuti assimilati avviati allo smaltimento o al recupero. 

 

Le tariffe TARI sono calcolate in base alla dichiarazione che ogni cittadino compila con i dati dell’immobile (superficie, uso, occupanti), e sono suddivise in due grandi categorie: 

 

- utenze domestiche (superfici adibite a civile abitazione e pertinenze)

- utenze non domestiche (attività commerciali e artigianali, industriali, professionali).

 

A loro volta la tariffa di ciascuna delle due tipologie è suddivisa in due parti: 

 

- la quota fissa, che copre principalmente i  costi fissi e la disponibilità del servizio

- la quota variabile, relativa a fattori legati alla variabilità nella produzione dei rifiuti

 

Per la prima casistica si prende in considerazione la superficie calpestabile degli immobili ed il numero di occupanti. Per la seconda casistica si prende in considerazione la superficie calpestabile degli immobili ed i coefficienti di produttività di rifiuti specifici per la categoria in cui l’attività in questione si colloca.

 

Pagato il servizio, il Comune NON ha alcun introito sul suo bilancio dalla Tari.


 

2 QUALI SONO LE NOVITA’ INTRODOTTE NEL REGOLAMENTO?

Le novità introdotte dal nuovo Regolamento, sono consultabili a questo linkhttps://bit.ly/3gdBsRg


 

3 DA CHI DEVE ESSERE PAGATA LA TARI

 

La TARI deve essere pagata da chi possiede/occupa/detiene locali o aree scoperte operative a qualsiasi uso destinati (a titolo esemplificativo abitazioni, box, uffici, negozi, magazzini, laboratori, palestre, ecc.).

Si applica dal giorno in cui inizia il possesso, l'occupazione o la detenzione dei locali o delle aree, fino al giorno in cui termina.

 

La base di calcolo della TARI è la superficie calpestabile, cioè i metri quadrati netti misurati al filo interno delle murature. Per le utenze domestiche la TARI viene calcolata in base alla superficie calpestabile dell’alloggio e al numero di occupanti. Per l'applicazione della TARI si considerano le superfici dichiarate o accertate ai fini dei precedenti tributi (TARSU o TARES), salvo intervenute variazioni.


 

4 COME CONTROLLARE LA CORRETTEZZA DELLA PROPRIA DICHIARAZIONE TARI

Il calcolo dell’imposta può variare per cambiamenti nell’immobile (ampliamenti, ristrutturazioni) negli occupanti (aumento o diminuzione dei residenti) o normativi (locali prima non considerati che vanno inseriti).

 

Il calcolo delle superfici è dunque la prima azione importante per definire il tributo. Si calcola a partire dal progetto, solo per la parte calpestabile (cioè escludendo i muri). Non fanno superficie le scale e i balconi, nonché gli accessori (sgabuzzini etc. SOLO SE PIU’ bassi di 1,5 metri) Tutti i locali vanno perciò dichiarati.

 

Per conoscere quale è la attuale dichiarazione, se non si conserva copia, si può controllare nella bolletta TARI.

 

Nella seconda pagina della bolletta, nel ‘Quadro di dettaglio’ sono riportati il codice tributo e soprattutto il codice dell’utenza, che identifica il nostro immobile i metri utilizzati per il calcolo (freccia rossa) e gli occupanti (freccia verde). Il numero degli occupanti è il numero dei residenti da stato di famiglia (anagrafe).

 

 

Ecco un esempio:

 



5 DOVE RIVOLGERSI PER INFORMAZIONI E VARIAZIONI DELLA TARI

 

È possibile calcolare in autonomia o rivolgendosi al proprio tecnico di fiducia. Tuttavia è preferibile effettuare il calcolo allo sportello, per avere garanzia della correttezza. Tutta l'attività di sportello relativa al servizio TARI sono svolte da Iren S.p.a.

 

Pertanto, per effettuare le consuete operazioni di attivazione/cessazione/subentro o richieste di sconti relative ai contratti per lo smaltimento dei rifiuti solidi urbani, gli utenti  dovranno recarsi DIRETTAMENTE presso gli sportelli di IREN Emilia a Parma (Strada Santa Margherita n. 6/a).

 

Per informazioni sulla TARI - attivazioni, subentri e variazioni:

Numero verde Call Center TARI: 800.96.96.96

mail per utenze domestiche: servizioclienti@gruppoiren.it

mail per utenze NON domestiche: sportelloimpreseTARIgruppoiren.it

 

Per informazioni sulla raccolta differenziata, richieste contenitori, raccolta ingombranti a domicilio e segnalazioni disservizi:

numero verde Call Center Servizi Igiene Ambientale 800 2122607

 

Il modulo per cambiare la dichiarazione è reperibile on line al seguente link: https://bit.ly/3gfSm1H


 

6 CALCOLARE LA PROPRIA TARI

Oltre che presso gli sportelli, esiste uno strumento per avere una idea dell’importo della propria TARI.

Alla base c’è sempre la dichiarazione dei metri, che dovremo controllare inserendo i dati nel contatore presente a questo link https://www.irenambiente.it/calcola-la-tari


 

7 COME CORREGGERE LA PROPRIA DICHIARAZIONE TARI

In caso di dimenticanze o di errori, o modifiche dell’immobile o della normativa, è possibile per il cittadino cambiare la dichiarazione per gli anni futuri, come descritto più sopra, e anche segnalare omissioni negli anni precedenti (fino a 5 anni), attuando così un ‘RAVVEDIMENTO OPEROSO’ prima di eventuali controlli.

 

In questo caso Iren calcolerà il dovuto senza aggiunta di oneri, interessi di mora o altri addebiti, ma calcolando solo la differenza autodenunciata.

 

Il modulo del RAVVEDIMENTO OPEROSO è consultabile a questo link: https://bit.ly/3pydAMu


 


Pubblicato il 
Aggiornato il