Riscaldamento acceso dal 12 ottobre - Comune di Montechiarugolo

archivio notizie - Comune di Montechiarugolo

Riscaldamento acceso dal 12 ottobre

Riscaldamento acceso dal 12 ottobre

 

Viste le condizioni climatiche e le previsioni per i prossimi giorni il Comune con ordinanza n. 99/2021 ha ritenuto opportuno dare la possibilità, facoltativa, di anticipare l'accensione degli impianti di riscaldamento, per evitare disagi alla popolazione.

 

L'ordinanza autorizza l’accensione anticipata degli impianti di riscaldamento dal 12/10/2021 al 14/10/2021 compreso con durata giornaliera non superiore alle 7 ore e comunque nel rispetto dell’art. 4 del D.P.R. 74 del 16/04/2013.


La cittadinanzaè invitata a limitare l’accensione alle ore più fredde, ricordando l’obbligo di legge di non superare la temperatura di 18°C + 2°C di tolleranza per gli edifici adibiti ad attività industriali, artigianali ed assimilabili e di 20°C + 2°C di tolleranza per tutti gli altri edifici, ed al senso di responsabilità affinché si persegua con oculatezza ogni possibile provvedimento atto al contenimento dei consumi energetici, compresa l’ulteriore riduzione delle ore di accensione in caso di eventuale miglioramento delle condizioni climatiche.

 

Si ricorda al contempo che è in vigore anche l'ordinanza n. 92/2021 contenente Misure in materia di qualità dell'aria che istutisce, in recepimento delle direttive della Regione Emilia Romagna, alcune limitazioni dell’utilizzo degli impianti di riscaldamento, in particolare:

 

Dall’01/10/2021 al 30/04/202 è in vigore in tutto il territorio comunale:

  • il divieto di utilizzare, nelle unità immobiliari comunque classificate (da E1 a E8), generatori di calore domestici alimentati a biomassa legnosa (in presenza di impianto di riscaldamento alternativo) aventi prestazioni energetiche ed emissive che non sono in grado di rispettare i valori previsti almeno per la classe “3 stelle” e focolari aperti o che possono funzionare aperti;
  • il divieto di installare generatori biomassa legnosa con classe di prestazione emissiva inferiore alla classe “4 stelle”;
  • l’obbligo di utilizzare, nei generatori di calore a pellet di potenza termica nominale inferiore ai 35 kW, pellet che, oltre a rispettare le condizioni previste dall’allegato X, Parte II, sezione 4, paragrafo 1, lettera d) alla parte V del decreto legislativo n. 152/2006, sia certificato conforme alla classe A1 della norma UNI EN ISO 17225-2 da parte di un Organismo di certificazione accreditato. È stabilito altresì l’obbligo per gli utilizzatori di conservare la pertinente documentazione.

 

*** Vedi infografica della Regione Emilia Romagna.

 

Ricordiamo infine che è aperto il Bando regionale per la sostituzione di impianti inquinanti per il riscaldamento civile a biomassa, destinato ai cittadini residenti nei Comuni della regione Emilia-Romagna, zone di pianura

 


Pubblicato il 
Aggiornato il