Centri estivi 3-13 anni: nuovo avviso pubblico - Comune di Montechiarugolo

archivio notizie - Comune di Montechiarugolo

Centri estivi 3-13 anni: nuovo avviso pubblico

Centri estivi 3-13 anni: nuovo avviso pubblico

 

Anche il nostro Comune Montechiarugolo aderisce come ogni anno, al “Progetto conciliazione vita-lavoro” promosso dalla Regione Emilia-Romagna. 

 

Progetto che si pone l'obiettivo di offrire una pluralità di opzioni per quel che riguarda i Centri estivi destinati ai bambini e ragazzi dai 3 ai 13 anni, garantendo un supporto economico alle famiglie.


È uscito il nuovo Avviso Pubblico per l’accreditamento dei soggetti gestori dei centri estivi interessati, che dovranno presentare domanda al Comune in cui svolgeranno la loro attività entro e non oltre le ore 12 di lunedì 23 maggio, utilizzando il modulo allegato alla notizia, che va consegnato direttamente al protocollo comunale con sede in Piazza Rivasi, 3 (43022) Montechiarugolo (PR) o tramite pec all’indirizzo: protocollo@postacert.comune.montechiarugolo.pr.it;


Si invitano pertanto i gestori a prendere visione del bando comunale pubblicato (Link a destra).


All’atto della presentazione della domanda, i gestori dovranno possedere tutti i requisiti previsti dalla Delibera di Giunta Regionale n. 469 del 1° Aprile 2019 “Modifiche alla delibera di Giunta Regionale n. 247/2018 - Direttiva per organizzazione e svolgimento dei soggiorni di vacanza socioeducativi in struttura e dei centri estivi, ai sensi della L.R. n. 14/2008, art. 14 e SS.MM.II.” o, in caso di adozione di protocolli nazionali e/regionali, i requisiti ivi contenuti.

 

I gestori dovranno soddisfare  i requisiti aggiuntivi previsti dalla DGR 598 del 21 aprile 2022:

 

  • Accoglienza di tutti i bambini richiedenti, fino ad esaurimento dei posti disponibili, senza discriminazioni di accesso se non esclusivamente determinate dalla necessità di garantire la continuità didattica;
  • Accoglienza dei bambini disabili certificati ai sensi della Legge 104/1992 e ss.mm. in accordo con il Comune di residenza, per garantire le appropriate modalità di intervento e di sostegno;
  • Disporre e rendere pubblico e accessibile alle famiglie un progetto educativo e di organizzazione del servizio che contenga le finalità, le attività, l’organizzazione degli spazi, l’articolazione della giornata, il personale utilizzato (orari e turnazione);
  • Garantire l’erogazione di diete speciali per le esigenze dei bambini accolti nei casi sia erogato il pasto;

I soggetti gestori dovranno, infine, garantire tutti i requisiti previsti dalla normativa vigente, come previsto dal modulo di domanda, rispettare le modalità e le tempistiche di rendicontazione.

 

Il Comune, una volta completata l’istruttoria delle domande ricevute, le invierà all'Unione Montana Appennino Parma Est con l'elenco dei soggetti gestori: l’elenco comprende i servizi a gestione diretta degli enti localii servizi privati validati in esito alle procedure di cui al presente avviso e i servizi privati convenzionati, in appalto o individuati con precedente avviso pubblico, che rispettano i criteri minimi sopra riportati e i cui gestori hanno comunicato la disponibilità a concorrere all’attuazione del progetto.

 

L'Unione Montana Appennino Parma Est provvederà a raccogliere dai Comuni del Distretto l’elenco di tutti i servizi presso i quali le famiglie potranno richiedere il contributo a sostegno dei tempi di conciliazione vita-lavoro.

 

L'Unione Montana Appennino Parma Est pubblicherà sul proprio sito web istituzionale l’elenco dei soggetti gestori accreditati del Distretto Sud-Est.

 

I dati di cui entreranno in possesso i comuni saranno trattati nel rispetto delle vigenti disposizioni dettate dal D.Lgs. n.196/2003 e s.m.i. e comunque utilizzate esclusivamente per le finalità del presente avviso. Il titolare del trattamento sarà il Comune stesso. 

 

Il bando destinato alle famiglie per la richiesta dei voucher-contributo sarà pubblicato nei prossimi giorni.


Pubblicato il 
Aggiornato il